Modello 231 o MOG

L’impedimento del verificarsi dei cosiddetti “reati-presupposto” è garantito dall’implementazione di un corretto modello di Organizzazione, Gestione e Controllo o MOG. Esso è dunque un formidabile strumento di tutela dell’azienda dall’azione di singole persone fisiche.

Il MOG o modello 231 in dettaglio

Modello 231 - cos’è: il modello organizzativo 231/01, detto anche Modello di Organizzazione, Gestione e controllo (MOG), è il documento che indica le procedure organizzative definite dall’ente per prevenire la commissione di reati da parte di un soggetto apicale o sottoposto.

Contenuti minimi MOG

  • Definizione dei principi etici: formulazione e condivisione di un Codice Etico
  • Process assessment: definizione delle attività, ruoli e processi aziendali
  • Risk assessment e gap analysis: identificazione dei punti del sistema aziendale a rischio reato
  • Risk management: elaborazione di protocolli comportamentali - da condividere con gli organi sindacali
  • Auditing: attivazione di un sistema di auditing tramite l’Organismo di Vigilanza (OdV), con definizione dei meccanismi di funzionamento dell’OdV e le relazioni tra questo e i vertici societari
  • Miglioramento: azioni di aggiornamento e miglioramento del modello

Chi ha la responsabilità della sua redazione: i vertici aziendali

Normativa di riferimento: d.lgs. 231/01

L’adozione del MOG diventa il principale veicolo di contrasto dell’illegalità in azienda. Da qui si evince come la corretta implementazione del MOG sia la principale azione con cui l’azienda gestisce i processi e tutela se stessa da un eventuale operato illecito del personale.

Ambito di correlato: Responsabilità enti

Modalità orizzontale non disponibile