Relazione Annuale ADR

L’accordo europeo per il trasporto di merci pericolose su strada, o ADR, dà disposizioni circa la classificazione delle merci pericolose e le relative condizioni di imballaggio, etichettatura, movimentazione, carico e scarico. Tali disposizioni sono recepite dall’azienda con una serie di misure elencate nella Relazione Annuale del consulente per la sicurezza ADR.

Relazione Annuale del consulente per la sicurezza ADR in dettaglio

Relazione Annuale ADR - cos’è: è il documento che descrive l’attività dell’azienda inerenti il trasporto di merci pericolose e indica le misure di sicurezza adottate. Obbligatoria in tutti i casi contemplati dalla normativa che non siano in esenzione parziale o totale, essa certifica da parte dell’azienda il rispetto della normativa ADR.

Contenuti minimi Relazione Annuale ADR: non viene indicato nel dettaglio quali contenuti debbano essere inseriti nel documento.

Chi ha la responsabilità della sua redazione: il consulente ADR (o DGSA - Dangerous Goods Safety Advisor, consulente per la sicurezza dei trasporti).

Normativa di riferimento: l’accordo europeo firmato a Ginevra il 30 settembre 1957 e ratificato in Italia con legge 12 agosto 1962, n. 1839 ("Accord europeen relatif au transport international des marchandises dangereuses par route”) e successivi accordi europei relativi al trasporto merci pericolose.

Obiettivo della relazione annuale ADR è quello di ripercorrere quanto il consulente ha predisposto e verificato nella gestione delle merci pericolose durante l’anno precedente e identificare i miglioramenti necessari da apportare durante l’anno corrente. Fare questo significa per l’azienda attuare un percorso di miglioramento continuo.

Ambito di correlato: ADR

Modalità orizzontale non disponibile